Esistono diversi tipi di integratori di Magnesio

Scopri qual Ŕ il pi¨ adatto alle tue necessitÓ

Il magnesio è un minerale in grado di fornire un contributo importante alla salute; infatti è coinvolto in una ampia gamma di funzioni biochimiche che permettono al nostro organismo di poter lavorare correttamente.

E' implicato nella contrazione muscolare, nel buon funzionamento del sistema nervoso, nell’apparato digerente e cardiaco, nell’equilibrio idrosalino e nella produzione dell’energia cellulare.

Il mezzo migliore per assorbire magnesio è la corretta alimentazione.
Esso infatti è presente in: 

  • ortaggi a foglia verde come broccoli, bietole, spinaci,
  • frutta secca come noci, nocciole e mandorle,
  • pesce, ad esempio aringa e merluzzo,
  • cereali integrali e nei semi ad esempio di zucca e girasole.

Nel momento in cui ci affacciamo al mondo degli integratori, si presentano nomi come pidolato, citrato, gluconato accanto al semplice nome Magnesio.

Qual è il più adatto alle tue necessità? 

 Il magnesio in natura è presente maggiormente sotto forma di sale di magnesio e, come ogni sale, è composto da un acido che permette alla sostanza di essere trasportata nell’organismo.

Prendiamo ad esempio il magnesio orotato, che non è altro che il sale di magnesio dell’acido orotico.

A seconda della presenza o meno di uno di questi acidi avremo un’assorbimento cellulare maggiore o minore. 

Cloruro di magnesio

Il cloruro di magnesio , altamente biodisponibile,  è utilizzato in caso di problemi premestruali, disidratazione legata ad un'intensa attività fisica oppure legata a problemi intestinali, o anche per chi è carente in potassio e calcio.

Magnesio citrato

Il magnesio citrato è dotato di una buona biodisponibilità.
E' consigliato soprattutto per chi, oltre ad avere necessità di integrare il minerale, cerca anche un aiuto contro la stitichezza.

Magnesio pidolato

Il pidolato di magnesio è un sale organico in cui il magnesio è legato all'acido pidolico. Esso è utile in casi di carenza del minerale e per contrastare i sintomi da ipomagnesia (stanchezza, irritabilità, affaticamento muscolare, ecc).

Recenti studi hanno messo in evidenza come l'utilizzo del pidolato di magnesio possa anche essere associato ad una minore incidenza di attacchi di emicrania.

Magnesio glicerofosfato

Il magnesio glicerofosfato, rispetto ad altre forme di magnesio, viene veicolato più facilmente a livello delle terminazioni nervose e nelle cellule del sistema nervoso, attraversando senza difficoltà le membrane cellulari ed entrando velocemente in quei processi che portano alla produzione di energia.

Magnesio glicinato

Il bisglicinato di magnesio è  assorbito e riversato nel sangue più facilmente attraverso l'intestino. La letteratura scientifica ha evidenziato un assorbimento più alto rispetto ad altre formulazioni, così come è stata dimostrata una scarsa eliminazione del minerale dopo l'assunzione.

L'organismo riesce quindi ad assimilarne in quantità maggiore.

Magnesio lattato o organico

Questo tipo di magnesio è adatto per nutrire la pelle in quanto contiene calcio e magnesio, possiede un’ottima assorbibilità, è adatto per i bruciori di stomaco e per i crampi muscolari.

Magnesio ossido o idrossido di magnesio

Il magnesio ossido ha una forte azione lassativa in quanto produce ossigeno a livello intestinale. Adatto a fare la pulizia intestinale.

Magnesio carbonato

Il magnesio carbonato ha una bassissima biodisponibilità per l’organismo umano, viene utilizzato prevalentemente come antiacido.

Magnesio solfato

Viene chiamato anche "sale inglese" e viene utilizzato come purgante.